Come è cambiato il mondo escorting con l'avvento di Internet.

Una mia piccola riflessione sul mondo dell’escorting dopo anni di incontri con gentiluomini e no. Prima dell'avvento di internet c'era il gusto della sorpresa da parte del cliente che decideva di incontrare una top class escort (oggi, purtroppo, si chiamano “punters”). Il cliente, dopo aver consultato gli annunci cartacei delle accompagnatrici di alto livello presenti sui principali quotidiani nazionali ma anche nei giornali locali (come non ricordare le rubriche seguitissime “Cerco anima gemella”), contattava la escort di alto livello con la quale fissava la data e l’ora dell’incontro. Nella maggior parte dei casi, agli incontri si presentavano uomini distinti ed educati, quasi sempre ben vestiti, puliti e rispettosi della donna che stavano incontrando.


Con l’avvento di Internet, il mondo dell’escorting cambiò radicalmente. Tutte le colleghe fecero a gara per allestire un book fotografico degno di nota, ingaggiando i migliori fotografi del settore. Il risultato fu straordinario anche perché nessuna delle mie colleghe escort si sarebbe azzardata a pubblicare delle fotografie false o non corrispondenti alla realtà. Certo, il ritocco fotografico era onnipresente. Ma non si vide MAI una “foto fake” online.

Trascorsi i primi cinque anni dall’avvento di Internet, iniziò il degrado più assoluto. Comparvero i primi annunci di escort e girls con fotografie false o con fotografie appartenenti a modelle presenti online. Ci furono le prime fotografie che esibivano le parti intime. I primi testi volgari, con l’elenco delle prestazioni fornite dalle escort, con estrema dovizia di particolari e, soprattutto, tantissima volgarità esplicita.


Il tutto si traduce in un abbassamento globale dei servizi offerti dalle escort e dalle accompagnatrici in Italia. I prezzi relativi al tempo trascorso in compagnia delle escort sono crollati (una discesa inesorabile). Per finire, i clienti determinano i prezzi per gli incontri a pagamento e non più le escort top class.


Oggi, il mondo dell’escorting sta subendo un’ulteriore trasformazione. Il livello delle colleghe escort è calato ulteriormente. La volgarità ha raggiunto livelli tali da risultare, spesso e volentieri, imbarazzante. Oggi, i siti specializzati del settore che pubblicano gli annunci personali delle top class escort e delle top class girls, NON si preoccupano più di fare un minimo di “selezione”. Pubblicando qualsiasi tipo di materiale fotografico, qualsiasi tipo di testo a corredo dell’annuncio, senza preoccuparsi minimamente se gli stessi siano reali e se gli stessi possano avere un minimo di buon gusto. Tanto più che molti di questi siti di escort pubblicano degli annunci che sono corredati da video personali che sono a tutti gli effetti pornografici, senza alcun tipo di censura. Pertanto, spesso possono essere equiparati ai vari YouPorn e PornHub.


Non possiamo dimenticare poi le recensioni. Tutti i siti (tranne pochissimi a livello italiano ed europeo) che pubblicizzano escort, accompagnatrici e ragazze per incontri a pagamento, permettono ai “punters” di pubblicare una recensione. Che, nella maggior parte dei casi, è un racconto dettagliato delle prestazioni offerte dalla escort, con dovizia di particolari. Naturalmente, qui potremmo aprire un lungo discorso sull’attendibilità delle recensioni pubblicate dai fruitori dei servizi offerti dalle escort. Ma qui entreremmo in un discorso che ho già affrontato in precedenza nel mio blog personale. Qui trovate uno dei miei post precedenti sull’argomento “recensioni”.


È veramente triste vedere come nel settore escort siamo arrivati a questo punto ed è ancor più triste per noi, lavoratrici del settore (sex workers), doverci confrontare con uomini che, di ciò che erano un tempo, ne rimane solo un ricordo lontano e sbiadito. Di chi sarà la colpa? Del “punter” che ormai cataloga la escort come un pezzo di “sovra coscia” che si acquista al mercato della carne oppure della escort stessa che ha perso il suo essere DONNA e quel magnifico gusto della seduzione, dell'eleganza e della trasparenza?


Che tristezza!!! A voi l’ardua sentenza. P.S.: Io, che mi definisco una cortigiana di alto livello, continuo per la mia strada. Quella strada iniziata alcuni anni fa e che ha avuto sempre una costante fissa. La lealtà nei confronti dei miei affezionati clienti. L’onestà intellettuale di pubblicare solo ed esclusivamente le mie fotografie reali al 100%, senza il minimo ritocco. Aggiungendo, come prova del nove, i miei video personali che, nonostante gli anni passino per tutte, sono sempre lo specchio della MIA realtà! Una realtà aggiornata settimanalmente!



Post in evidenza